lunedì 1 aprile 2013

SILP CGIL Piemonte - ARCHIVIO APERTO 49-56/13 Bollettino di segnalazioni legislative e giurisprudenziali

PRESTAZIONI PREVIDENZIALI
Termini di prescrizione
Con sentenza del 2013 la Cassazione affronta il tema del termine della prescrizione, precisando che in tema di prestazioni previdenziali, relativamente a infortuni sul lavoro e malattie professionali, il termine di cui all'art.112 del DPR 1124/1965 e' un termine di prescrizione e non di decadenza, rispetto al quale operano, oltre alla speciale causa sospensiva regolata dall'art.111 del suddetto DPR, le ordinarie cause di interruzione previste dal Codice civile e in particolare quella di cui all'art. 2945, comma 2 del c.c. secondo il quale la prescrizione, quando e' stata interrotta dalla domanda giudiziale, non corre fino al momento in cui non passa in giudicato la sentenza che definisce il giudizio.

CONGEDI PARENTALI
Voucher e contributi per l'assistenza all'infanzia
Con la circolare n.48 del 2013 l'Inps impartisce istruzioni operative per consentire l'avvio della sperimentazione dei voucher e dei contributi per l'assistenza all'infanzia, cosi' come definito dalla legge n.92 del 2012 che ha introdotto in via sperimentale, per il triennio 2013-2015, la possibilita' per la madre lavoratrice di richiedere, al termine del congedo di maternita' e in alternativa al congedo parentale, voucher per l'acquisto di servizi di baby sitting, ovvero un contributo per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l'infanzia o dei servizi privati accreditati, da utilizzare negli undici mesi successivi al congedo obbligatorio, per un massimo di sei mesi. Nella circolare sono definiti: ambito di applicazione; misura e durata del beneficio; modalita' di erogazione del beneficio.

PENSIONE AL MINIMO
Termini e modalita' da seguire in applicazione della normativa
Con la sentenza n.6509 del 2013 la Cassazione approfondisce la natura dell'Istituto al trattamento pensionistico minimo e chiarisce i termini e le modalita' che le Casse di Previdenza Professionale devono seguire nella obbligatoria applicazione della relativa normativa, anche nel caso in cui deliberino di non riconoscere temporaneamente tale adeguamento; nella sentenza, in particolare, la Cassazione conferma che la domanda amministrativa di fruizione della prestazione ha la mera funzione di "atto di avvio" di una procedura di liquidazione di un trattamento che l'Ente e' tenuto ad espletare e che si conclude con un atto che non ha natura costitutiva del diritto ma meramente dichiarativa dello stesso.

CONTRIBUTI
Sostituito il modello DM10 dal modello DM2013
Con il messaggio n.5281 del 2013 l'Inps informa che da gennaio 2013 il modello DM10 e' stato sostituito dal modello DM2013 che e' consultabile e stampabile accedendovi dall'opzione "Consultazione denunce individuali" delle trasmissioni Uniemens; fermo restando le finalita' contabili e di gestione della nuova denuncia contributiva, l'Istituto riepiloga' cosi' alcuni tratti salienti della denuncia: presenza di maggiori informazioni; quadro unico; sezioni aggiuntive; fondi interprofessionali; cassa integrazione guadagni.

ATTIVITA' DI SOMMINISTRAZIONE, INTERMEDIAZIONE, RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE
Attivita' di "crowdsourcing"
Con l'interpello n.12 del 2013 il Ministero del Lavoro chiarisce che l'attivita' di gestione di siti Internet mediante l'attivita' di crowsourcing (affidamento da parte dell'impresa della progettazione, ovvero la determinazione di un determinato bene immateriale ad un insieme indefinito di persone, tra le quali possono essere annoverati volontari, intenditori del settore e freelance, interessati ad offrire i propri servizi sul mercato globale), non e' in genere un'attivita' che rientra nella intermediazione di lavoro in quanto finalizzata non alla conclusione di contratti di lavoro ma alla mera stipulazione di contratti di natura commerciale.

ATTIVITA' LAVORATIVE SVOLTE IN PRESENZA DI TRAFFICO VEICOLARE
Segnaletica stradale
Con il decreto interministeriale del 04/03/2013 sono stati individuati, ai sensi dell'art.161, comma 2-bis, del decreto legislativo n.81 del 2008, i criteri generali di sicurezza relativi alle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attivita' lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.

VIZI DI MOTIVAZIONE
Elementi di contraddittorieta' o illogicita'
Con la decisione n.821 del 2013 la Cassazione ha precisato, ricordando i precedenti sul tema, che affinche' la motivazione adottata dal giudice di merito possa essere considerata adeguata e sufficiente, non e' necessario che essa prenda in esame tutte le argomentazioni svolte dalle parti, ma e' sufficiente che il giudice indichi le ragioni del proprio convincimento, dovendosi in questo caso ritenere implicitamente rigettate tutte le argomentazioni logicamente incompatibili con esse.

DIPENDENTI PUBBLICI
Riconoscimento dei danni da mobbing
Con la sentenza n.1609 il Consiglio di Stato affronta il tema del danno da mobbing. Nella sentenza si richiama la giurisprudenza per individuare le caratteristiche del fenomeno mobbing (responsabilita' datoriale, di tipo contrattuale, prevista dall'art.2087 del codice civile, pone a carico del datore di lavoro l'onere di adottare nell'esercizio di impresa tutte le misure necessarie a tutelare l'integrita' fisica e la personalita' morale del prestatore di lavoro) per concludere che non si possono ravvisare gli estremi del mobbing nell'accadimento di episodi che evidenziano screzi o conflitti nell'ambiente di lavoro, originati da rivalita' ed antipatie reciproche.
 
CALCOLO DELLA PENSIONE
Aggiornati i coefficienti di trasformazione del montante contributivo
Con il messaggio n.5178 del 2013 l'Inps, sulla base di quanto previsto dalla Riforma Monti e a seguito del decreto ministeriale di rideterminazione, trasmette i nuovi coefficienti che tengono conto dell'eta' del pensionamento successiva ai 65 anni e fino ai 70 anni e comunica l'aggiornamento delle proprie procedure. Nel messaggio si riporta la tabelle, allegata al decreto del Ministero del Lavoro del 15 maggio 2012, nella quale sono indicati i nuovi coefficienti che tengono conto dell'eta' del pensionamento successiva ai 65 anni e fino ai 70 anni.

TUTELA E DIFESA DEL SUOLO
Modifiche alla legislazione regionale in materia di urbanistica
E' stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale n.13 la legge regionale n.3 del 2013, recante "Modifiche alla legge regionale 5 dicembre 1977, n.56 (tutela ed uso del suolo) e ad altre disposizioni regionali in materia di urbanistica ed edilizia.

INFORTUNIO SUL LAVORO
Risarcibilita’ del danno non patrimoniale e convivenza
Con la sentenza n.7128 del 2013 la Cassazione ha riconosciuto la risarcibilità del danno non patrimoniale conseguente ad un infortunio sul lavoro anche in favore della convivente della vittima del sinistro; la Cassazione ricorda come sia ormai acquisito il principio per il quale ai prossimi congiunti di persona che abbia subito lesioni personali seriamente invalidanti a causa del fatto illecito altrui, spetti anche il risarcimento del danno morale concretamente accertato in relazione ad una particolare situazione affettiva con la vittima.

MALATTIA E MATERNITA'
Resi noti i salari medi e convenzionali per il 2013
Con la circolare n.47 del 2013 l'Inps, ai fini della liquidazione delle indennità di malattia, maternità/paternità e tubercolosi, la cui misura deve essere calcolata con riferimento a periodi di paga compresi nell'anno 2013, comunica gli importi giornalieri sulla cui base vanno determinate, per una serie di categorie di lavoratori interessati, le relative prestazioni economiche; sono stati considerate le seguenti categorie di lavoratori: lavoratori soci di società e di enti cooperativi, anche di fatto, di cui al DPR n.602/1970; lavoratori agricoli a tempo determinato; compartecipanti familiari e piccoli coloni; lavoratori operanti all'estero in Paesi extracomunitari; lavoratori italiani e stranieri addetti ai servizi domestici e familiari; lavoratrici autonome: artigiani, commercianti, coltivatrici dirette, colone, mezzadre, imprenditrici agricole professionali, pescatrici autonome della piccola pesca marittima e delle acque interne.

GESTIONE SEPARATA INPS
Contributi versati oltre il massimale
Con il messaggio n.4350 del 2013 l’Inps risponde in merito ai compensi percepiti in qualità di amministratore, con anzianità assicurativa ante 1996, affermando che i contributi versati alla Gestione Separata Inps eccedenti il massimale non sono valorizzabili; l'Inps chiarisce che l'art.2, comma 18 della legge n.335/1995 prevede che “per i lavoratori, privi di anzianita' contributiva, che si iscrivono a far data dal 1 gennaio 1996 a forme pensionistiche obbligatorie e per coloro che esercitano l'opzione per il sistema contributivo, ai sensi del comma 23 dell'art.1, è stabilito un massimale annuo della base contributiva e pensionabile di lire 132 milioni, con effetto sui periodi contributivi e sulle quote di pensione successivi alla data di prima assunzione, ovvero successivi alla data di esercizio dell'opzione”.

FARMACIE COMUNALI
Definiti i requisiti per le “Farmacie dei servizi”
Con il decreto dell'11/12/2012, recante “Criteri in base ai quali subordinare l'adesione delle farmacie pubbliche ai nuovi servizi, di cui all'art.1, comma 3, del decreto legislativo 153/2009”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.67 del 2013, il Ministero della Salute ha definito gli ambiti e i requisiti che le farmacie dovranno avere per offrire la nuova gamma di servizi e prestazioni aggiuntive (assistenza domiciliare integrata, autodiagnosi, prestazioni infermieristiche e fisioterapiche, prenotazione di prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale presso le strutture sanitarie pubbliche e private accreditate, pagamento dei ticket, ritiro dei referti). Il decreto stabilisce le condizioni che debbono essere osservate per l'adesione delle farmacie pubbliche ai piani regionali in materia di servizi.

TUTELA DEL CONSUMATORE
Nuova procedure e tempi per gestire i reclami nel settore postale
Con la delibera n.184 del 2013 l'Autorita' per le Garanzie nelle comunicazioni ha approvato il nuovo regolamento con l'annesso formulario per la definizione delle controversie derivanti da reclami nel settore postale; si definisce che: sono escluse dall'ambito applicativo del presente regolamento le controversie promosse dalle associazioni consumatori ai sensi del codice del consumo (azioni collettive), nonché le controversie attinenti esclusivamente i profili tributari o fiscali; entro e non oltre 45 giorni dalla ricezione del reclamo il fornitore del servizio postale comunica all'utente la decisione adottata in ordine al reclamo stesso.

DANNO BIOLOGICO
Aggiornate le nuove tabelle 2013
Con un documento di consultazione del 20/03/2013, l'Osservatorio sulla Giustizia civile di Milano ha previsto l'aggiornamento dei valori di liquidazione del danno non patrimoniale alla persona, seguendo il criterio degli indici Istat già costantemente utilizzato negli anni passati; gli importi già indicati sono stati quindi aumentati della percentuale del 5,6535 per cento, ricavata dagli indici ISTAT costo vita al periodo 1-1-2011/1-1-2013.

RC AUTO E CODICE AL CONSUMO
Cessione del credito ai carrozzieri convenzionati
L'Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato nel suo bollettino n.11 del 2013, rispondendo ad un interpello, rileva che la limitazione alla cessione del credito opera nella sola ipotesi della procedura di risarcimento diretto e non in caso di richiesta di risarcimento all'assicurazione del danneggiante in relazione alla quale la cessione del credito resta nella piena disponibilità del consumatore/assicurato; inoltre, la decorrenza del termine dei 4 giorni nei quali e' possibile manifestare il proprio diniego ad avvalersi di una carrozzeria non convenzionata, se non esplicitamente manifestata, equivale ad un silenzio-assenso e l'assicurato potrà far riparare il proprio veicolo dalla carrozzeria prescelta, anche non convenzionata, cedendole il relativo credito.

MALATTIE PROFESSIONALI
Malattie multifattoriali ed accertamento del nesso eziologico ed incidenza del tabagismo
Con la sentenza n.4489 del 2013 la Cassazione ha affermato che l'accertamento del nesso di causalità tra le violazioni delle norme antinfortunistiche ascrivibili al datore di lavoro e l'evento morte, dovuto a adenocarcinoma, di un lavoratore fumatore esposto, nel corso della sua esperienza lavorativa, all'amianto deve, anzitutto, aver riguardo al carattere multifattoriale della predetta patologia e, pertanto alla sua riconducibilità ad una pluralità di possibili fattori causali; ne consegue quindi, per affermare la causalità della condotta omissiva del datore di lavoro, che l'insorgenza del tumore polmonare del lavoratore, non abbia avuto origine da un prolungato ed intenso fumo di sigarette e che l'esposizione all'amianto sia stata una condizione necessaria per l'insorgenza o per la significativa accelerazione della patologia.

LAVORATORI STAGIONALI NON COMUNITARI
Invio delle domande per la programmazione dei flussi d'ingresso per l'anno 2013
Con il DPCM del 15/02/2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.71 del 2013, sono stati definiti a titolo di anticipazione della programmazione dei flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari stagionali, per l'anno 2013, nel territorio dello Stato, i cittadini non comunitari residenti all'estero entro una quota di 30.000 unita', da ripartire tra le regioni e le province autonome a cura del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

ENTI LOCALI
Funzioni aggregate 
Con il DGR n.20-5546 del 2013 la Giunta regionale del Piemonte ha approvato i criteri per la concessione delle deroghe ai requisiti di aggregazione previste dalla LR n.11/2012, riguardanti le seguenti fattispecie: difficoltà di natura morfologica che impediscono o rendono inopportuna l'aggregazione; diniego formale di associarsi da parte di un Comune non obbligato alla gestione associata delle funzioni fondamentali con un Comune obbligato; scarto minimo al limite demografico stabilito e riferito al 31/12/2010, per una percentuale di scarto non superiore al 10 per cento; istituzione di un'Unione speciale ex art.16 del DL 138/2011; constatazione di un errore (documentato dal Comune interessato) riguardante la classificazione dei Comuni; gestione associata di certe funzioni fondamentali per il quale necessita la congruità e/o la vicinanza territoriale; volontà di proseguire la gestione associata di preesistenti aggregazioni con limite demografici inferiori al minimo, documentandone sulla base di oggettive motivazioni, le particolari ragioni di efficacia ed efficienza.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI
Strumenti di tutela occupazionale
Con la sentenza n.46 del 2013 la Corte Costituzionale ha rigettato il ricorso presentato dalla Regione Veneto in merito all'affidamento dei servizi pubblici locali mediante procedura ad evidenza pubblica (Legge 27/2012), precisando che l'adozione di strumenti di tutela dell'occupazione costituisce elemento di valutazione dell'offerta, la quale e' stabilita dallo Stato nell'esercizio della competenza esclusiva in materia di “tutela della concorrenza” e, quindi, non lede competenze spettanti alle Regioni.

PENSIONE DI INABILITA'
Condizioni particolari per il riconoscimento della pensione agli invalidi civili totali
Con la sentenza n.7230 del 2013 la Cassazione ha ribadito che, ai fini dell'accertamento della sussistenza del requisito reddituale per l'assegnazione della pensione di inabilita' agli invalidi civili assoluti, di cui alla legge n.118 del 1971, art. 12, assume rilievo non solamente il reddito personale dell'invalido, ma anche quello (eventuale) del coniuge medesimo; pertanto, il beneficio e' negato quando l'importo di tali redditi complessivamente considerati superi il limite determinato con i criteri indicati dalla norma.

PRESTAZIONI INDEBITE
Costituzione di punti di consulenza “Sportello Amico” presso l'INPS
Annunciato dall'Inps la costituzione dei Punti di consulenza “Sportello Amico”, dedicati alla gestione di fasce di utenza specifiche, caratterizzate da particolare fragilità sociale ed economica, principalmente nell'ambito dell'area del recupero dei crediti contributivi o derivanti da prestazioni indebite; lo Sportello Amico garantirà assistenza nei casi di indebiti pensionistici generati da una ricostituzione effettuata a livello centrale, ai pensionati ultrasessantacinquenni con indebito pari o superiore a 1000 euro e a tutti i pensionati (a prescindere dall'età) con indebito pari o superiore a 5000 euro.
 
MEDICI DEL SSN
Attivita' libero - professionale intramuraria
Con il decreto del 21/02/2013 il Ministero della Salute ha stabilito le "Modalita' tecniche per la realizzazione della infrastruttura di rete per il supporto all'organizzazione dell'attivita' libero professionale intramuraria" e, entro il 31 marzo 2013, le Regioni (e le ASL) si dovranno adeguare, altrimenti le attivita' professionali autorizzate non potranno continuare oltre il 30 aprile; si chiarisce, quindi, che la libera professione "intramuraria allargata" e' l'attivita' professionale svolta dai medici del SSN, che hanno optato per il regime di esclusivita' e che percepiscono la relativa indennita’ che, dovrebbe essere svolta negli ambulatori dell'ASL, ma, in mancanza di adeguati spazi, puo' essere autorizzata presso le strutture private, che incassano i compensi, ma una percentuale spetta all'ASL di appartenenza.

SCUOLA
Accordo su integrazione e modificazioni dell'accordo quadro del 7 agosto 1998 per la costruzione delle rappresentanze sindacali unitarie per il personale delle pubbliche amministrazioni e per la definizione del relativo regolamento elettorale - comparto scuola firmato in data 13/03/2013 un accordo tra ARAN e CGIL-CISL-UIL, SNALS CONFSAL e Federazione GILDA UNAMS, che integra e modifica l'accordo quadro del 7 agosto 1998 per la costituzione delle RSU del comparto scuola.

SOPPRESSIONE ED ACCORPAMENTO DI ENTI 
Nota interpretativa dell'Anci sulla soppressione degli enti disposta dalla spending review
Con la nota del 18/03/2013 l'Anci (Associazione nazionale dei comuni d'Italia) ha fornito indicazioni interpretative rispetto a quanto definito nell'art.9 del DL 95 del 2012 (noto come decreto sulla spending review); entro il 7 aprile 2013, l'ente locale, attraverso una specifica delibera, dovrebbe effettuare una ricognizione dei soggetti che svolgono funzioni fondamentali di cui all'art.117 secondo comma lettera p) della Costituzione, decidendo se sopprimerli, accorparli o ridurre gli "oneri finanziari" in misura non inferiore al 20 per cento. In particolare si chiarisce: in riferimento agli "oneri finanziari" si ritiene che essi vadano interpretati quali "forme contributive e sussidiarie di natura continuativa o periodica ovvero a fondo perduto; la soppressione puo' essere disposta per soggetti sui quali l'ente eserciti un controllo esclusivo o quantomeno tale da consentirgli di determinare la fine anticipata; considerazioni analoghe valgono per l'opzione di accorpamento, che pare tra l'altro razionalmente possibile solo con riferimento ad enti che presentino caratteristiche similari (natura, funzioni, composizione, ecc.) tali da determinare con l'aggregazione un risultato utile e funzionale.

PREVIDENZA COMPLEMENTARE
Comunicazione annuale agli aderenti
Entro il 31 marzo 2013 le forme pensionistiche complementari dovranno inviare le informative periodiche per il 2012, che si compongono dell'estratto conto della posizione previdenziale e del progetto esemplificativo personalizzato; la disposizione perseguita dalla Covip e' quella di mettere a disposizione dell'aderente strumenti, il piu' possibile chiari e trasparenti, offrendo agli interessati un quadro chiaro di riferimento, mettendo a loro disposizione informazioni essenziali, puntuali, ordinate e che non risultino, per il loro contenuto, di difficile comprensione. L'intervento segnalato illustra sinteticamente quali sono le informazioni che si possono reperire rispettivamente nella prima e nella seconda parte della comunicazione.

CONTRIBUTI
Pubblicate le tabelle con le aliquote contributive applicabili dal 1 gennaio 2013
Con il messaggio n.4623 del 2013 l'Inps diffonde le tabelle delle aliquote contributive previste per vari settori in cui operano le aziende che svolgono la loro attivita' con personale dipendente (agricoltura compresa); per il 2013 le tabelle assumono un particolare rilievo se si considera che dal 1 gennaio e' entrata in vigore l'ASpI per cui il finanziamento e' prevista una contribuzione a tre livelli: il contributo ordinario, l'aggiuntivo e quello collegato all'interruzione di alcuni rapporti di lavoro.

DETRAZIONI FISCALI
Detrazione al 50 per cento per gli impianti fotovoltaici
Con la nota del 14/03/2013 l'Agenzia delle Entrate, in risposta ad alcuni chiarimenti da parte dell'ANIE (Federazione nazionale delle imprese elettrotecniche ed elettroniche), in merito all'applicabilita' della detrazione prevista dall'art.6-bis alle spese di acquisto e installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, ha disposto che gli impianti fotovoltaici rientrano fra gli interventi finalizzati al conseguimento di risparmi energetici, in quanto basati sull'impiego della fonte solare e, quindi, sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia; nel provvedimento, l'Agenzia delle Entrate effettua alcune precisazioni rispetto: alla documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici derivanti dall'installazione di un impianto fotovoltaico; alla conservazione documentale; alla compatibilita' della detrazione con il meccanismo dello scambio sul posto e del ritiro dedicato; ai requisiti necessari per poter beneficiare della detrazione.